Come creare un Media Kit e cosa scrivere per collaborare su Instagram

Da zero a Blog | 0 commenti

Come creare un Media Kit fatto bene da consegnare alle Aziende, tanto indispensabile oggi? Sia che tu sia una Influencer che una Blogger (o aspirante tali) non puoi non avere un buon Media Kit che possa rappresentarti nel modo migliore. Ma cosa scrivere per collaborare su Instagram?

mediakit
  • Facebook
  • Twitter
  • Evernote
  • Pinterest
  • Gmail
Cosa scrivere nel Media Kit

Che cosa è un Media kit?

Partiamo dall’inizio. Che cosa è il Mediakit?

come creare un media kit
  • Facebook
  • Twitter
  • Evernote
  • Pinterest
  • Gmail
Media kit Blogger cosa è

Un media kit blogger è il documento in cui presentare il nostro progetto, la nostra mission e il nostro blog. Una sorta di “curruculum” che faccia subito saltare all’occhio numeri di rilievo e punti di forza. Il tutto presentato in una cornice grafica brand oriented, ovvero che riprenda i colori e i temi del blog (o del nostro profilo social se si tratta di un Social Media Kit” e che sia chiaro come una fotografia.

Insomma, non è un lavoro da poco, ma è la nostra presentazione ufficiale e deve essere non solo bello esteticamente ma anche aiutarci a spiccare.

Questo vuol dire che i dati che inseriamo devono corrispondere ai dati reali (anche perché è un attimo verificare che non lo siano grazie ai tool di analisi dei siti e dei social e in caso non combacino la figuraccia è assicurata) ma anche aiutarci ad emergere. Insomma, come con il classico curriculum vitae, non strafare!

Media Kit Blogger: cosa scrivere e come renderlo unico

Se il Media Kit è il nostro biglietto da visita, la prima cosa è che anche solo guardandolo al volo si capisca chi siamo e cosa facciamo. Una buona presentazione di noi stesse, sia com blogger che come instagrammer, è indispensabile per essere scelte per una collaborazione. Mostrare subito le nostre capacità di content creator ed essere sintetiche ma centrare il punto, lascerà subito una buona impressione di noi. Ecco quindi i dati essenziali per il nostro Media Kit:

  • Nome del blog, URL, logo e il tuo nome, nonchè una tua immagine sorridente. Se è la stessa che utilizzi sia sul blog che sui tuoi canali social è ancora meglio, perchè ti renderà sempre più riconoscibile in ogni tuoi spazio di presenza web.
  • Breve descrizione del blog e della sua Mission:  come dicevamo prima, essendo una content creator, la tua capacità di scrittura e sintesi deve colpire. Ovviamente devono essere presenti i riferimenti della tua nicchia di appartenenza e riconoscibilità, (food, travel, beauty, mamma…)
  • Breve descrizione di te e di come è nato il tuo progetto. Un pò come nella nostra pagina “chi sono”, non si tratta di scrivere la storia della nostra vita, ma di far passare la nostra motivazione e valore aggiunto che vogliamo apportare al settore.
  • Chi sono i tuoi lettori e il tuo target di destinazione: questo è un dato fondamentale per l’Azienda che deve decidere di collaborare con te e cerca blogger o storyteller in target con i suoi clienti. Più specifico è questo dato meglio è. La descrizione deve essere fatta soprattutto di numeri. Un esempio: l’80% dei miei lettori sono donne nella fascia d’età 35-45 che si interessano di…

Dati da inserire (o non inserire) in un Media Kit efficace

  • Canali social su cui sei presente con l’indicazione in numeri, soprattutto delle interazioni. Diciamoci la verità: soprattutto su Instagram, il social della falsità, ormai sappiamo tutti che i dati possono essere “modificati” a nostro piacimento. Pagine di scambio follower (se non addirittura acquisto follower), gruppi di scambio like e commenti… insomma, i numeri non sono quasi mai reali, per questo si chiamano Vanity Metric. Quello che serve mostrare in un Social Media Kit è la percentuale di Engagement, ossia quanto i tuoi follower sono attivi e interagiscono con i tuoi contenuti. Ma proprio perchè anche questi possono essere “gonfiati” con commenti fasulli, le visualizzazioni e interazioni con le tue stories sono il dato più importante. Soprattutto mostrano quanto i tuoi follower sono davvero interessati a quello che proponi.
  • Analytics del tuo blog: mettere luce sul traffico del nostro blog serve per capire quanto questo sia effettivamente interessato ai nostri contenuti. In un Media Kit per Blogger devono essere indicati i dati di visitatori unici, pagine visualizzate e tempo di permanenza sulla pagina.
  • Cosa puoi fare per l’Azienda: post sponsorizzati sui social, articoli dedicati al prodotto, reels, campagne adv sui social, video. Se possibile con un costo base da cui partire. Molto utile è inserire eventuali collaborazioni già effettuate, magari con il Feedback del Brand
  • I tuoi contatti: se vuoi avere un’aurea professionale ti consiglio di attivare la mail con il dominio del blog.

Cosa scrivere per collaborare su Instagram: dati alternativi ai numeri, che fanno la differenza

Ok, tutto quello che ti ho detto fin’ora è bellissimo, me lo dico da sola. Ma non sempre è possibile (o d’effetto) inserire i dati numerici, soprattutto se siamo all’inizio. E allora cosa scrivere nel Media Kit template oltre ai numeri?

  • Le tue abilità complementari: se sei brava a girare video o i tuoi reels sono accattivanti, questo è un dato assolutamente da inserire in un Media Kit d’effetto. Anche nel campo delle beauty blogger, saper editare bei video può essere una capacità richiesta (oltre alle abilità fotografiche)
  • Dati dei tuoi followers: i numeri non ti danno giustizia? Allora descrivere il tuo pubblico (genere, età, geolocalizzazione) è sicuramente un’informazione alternativa ma utile all’Azienda.
  • Collaborazioni precedenti: se ne hai già fatte, indipendentemente che siano state retribuite o meno, menzionale nella tua presentazione.
  • Il tuoi format e la tua capacità di crearne per l’Azienda: questo è sicuramente un dato di spicco (che non tutti hanno all’attivo) e di cui andare fiere.

Come creare un Media Kit accattivante

dati da inserire in un media kit
  • Facebook
  • Twitter
  • Evernote
  • Pinterest
  • Gmail
media kit blogger cos’è e come crearlo 

Sicuramente la veste grafica e il template per Media Kit sono di aiuto per creare un documento che rimanga impresso.

Ti consiglio per prima cosa di creare un documento con tutti i testi e i dati e poi di scegliere una bella grafica che riprenda quella del tuo blog. Come sempre Canva corre in tuo aiuto e come puoi vedere è ricco di modelli pre impostati di media kit tutti da personalizzare.

Se vuoi di essere unica e identificabile, spendi qualche euro e affida il tutto a chi ne ha già realizzati. Se vuoi, in questo momento il servizio di creazione Media Kit è in offerta (guarda qui).

Il formato non è univoco: puoi creare un documento verticale, orizzontale, pieghevole… l’importante è che sia d’effetto. Se contatti l’Azienda tramite email invia il tuo Media Kit pdf, se invece partecipi a fiere ed eventi, puoi lasciare il tuo documento stampato (non in un foglio da 80g, ma proprio come se fosse una Brochure), l’importante è che non super le 2-3 pagine. Nelle risorse gratuite del mio Blog trovi un Freebee su come iniziare a fare collaborazioni con le Aziende e cosa scrivere per collaborare su Instagram, se ti interessa approfondire!

E tu hai già creato il tuo Media kit? Lo hai reso scaricabile dal tuo Blog o dal tuo Link in Bio?

creare un media kit online
  • Facebook
  • Twitter
  • Evernote
  • Pinterest
  • Gmail
Creare un Mediakit efficace

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Martina Vitale

Martina Vitale

Piacere, Martina! Appassionata e solare, non riesco mai a stare ferma! Le mie giornate volano tra il lavoro in ufficio, il mio Blog e le consulenze con le mie ragazze, mentre aspetto i miei bimbi tornare da scuola .

Su martinavitale.com troverai, tra consigli beauty e un approccio al femminile, suggerimenti e spunti per usare il Blog come strumento di Marketing.

Blogger dal 2010, dopo aver studiato e messo in pratica tutto quello che serve ad una Blogger su WordPress, mi sono appassionata al Web Design, alla scrittura in ottica Seo e al Blogging Professionale.

Oggi ti aiuto a diventare Blogger ed utilizzare il Blog come strumento di Marketing per la tua attività online.

Una Blogger Coach che ti guida nel mondo del Blogging da dietro le quinte, come solo un addetto ai lavori può fare, per rendere questo mondo accessibile a tutti senza tecnicismi e paroloni inutili.

Logica, pratica, diretta. in una parola, Facile

Per collaborazioni e consulenze: info@martinavitale.com

Entra nella Community

blog facile

Ogni settimana partecipa al #sabatodelleblogger: la rubrica di tips e consigli sul mondo del Blogging in chiave pratica spiegati in modo facile e chiaro per Neo Blogger Emergenti. Ti aspetto!

I miei Servizi per Te

risorse gratuite

Pin It on Pinterest