Le Welcome Email in una strategia di Email Marketing ponderata, svolgono un’aspetto tanto importante quanto sottovalutato.

L’e-mail di benvenuto che i tuoi iscritti ricevono dopo essersi registrati alla tua lista email è il messaggio più letto dell’intera sequenza. Quasi tutti coloro che si iscrivono la apriranno per scaricare il loro omaggio di attivazione (Freebie o Lead Magnet). In altre parole, in questa email di benvenuto hai la loro attenzione più che in ogni altra email. Tuttavia, l’e-mail di benvenuto è spesso una delle parti più noiose e trascurate dell’intero Funnel di posta elettronica e spesso, non viene neanche vista in questo modo.

Che cosa è la Welcome Email (2 tipi di benvenuto diversi)

welcome email
Come scrivere una mail di benvenuto?

L’email di benvenuto è una mail automatica che viene impostata e resa autonoma attraverso i programmi di posta elettronica e che ha un ruolo fondamentale: accogliere gli scritti alla tua lista. Ma si tratta solo di questo? Dobbiamo solo dare il benvenuto ai nuovi iscritti? No, puoi fare di più. 

CORRELATO: Monetizzare un Freebie o Lead Magnet

Welcome email Newsletter

Welcome email: come conquistare i tuoi nuovi iscritti
Welcome email: come conquistare i tuoi nuovi iscritti

Sempre più spesso buona parte della comunicazione più diretta viene effettuata attraverso lo strumento della posta elettronica, che permette di mantenere un dialogo intimo e costante con i propri clienti attuali e potenziali.

“Non c’è mai una seconda occasione per fare una buona prima impressione”

Come abbiamo già accennato sopra, la mail di benvenuto è il primo messaggio che riceve un nuovo iscritto alla newsletter o un nuovo potenziale cliente. Per quanto riguarda l’iscrizione alla Newsletter, la Welcome Email ha un ruolo semplice e fondamentale.

Il compito della newsletter di benvenuto è, appunto, quello di accogliere il nuovo arrivato dopo l’iscrizione: è fondamentale, anche in un rapporto virtuale, comunicare a chi si sta avvicinando a noi che siamo consapevoli della sua presenza e che siamo liete di accoglierlo.

Pensa a quando entri in un locale: ricevere un saluto di benvenuto, magari chiamati per nome, è qualcosa di estremamente gradito che può farti sentire subito a tuo agio e condizionare tutta la tua esperienza futura, compresa la tua propensione all’acquisto. La stessa cosa accade con un nuovo iscritto quando trova una mail di benvenuto efficace nella sua casella di posta.

Quando si invia la prima mail a chi si è scritto alla nostra newsletter senza aver richiesto nulla in cambio (quindi senza aver richiesto l’invio di un Freebie o di un omaggio di attivazione) dovviamo pensare ad un messaggio di benvenuto, presentarsi dando il meglio di sé, sorprendendo e accogliendo. È, soprattutto adesso, molto importante far sentire il lettore al centro dell’attenzione.

CORRELATO: 6 passi per creare la tua lista email

Welcome email e consegna Freebie

Come dare il benvenuto ai clienti
Come dare il benvenuto ai clienti

La imposti quando imposti per la prima volta la tua sequenza email e poi quasi te ne dimentichi. In realtà, periodicamente, andrebbe esaminata per assicurarti di trarre vantaggio dal fatto che hai l’attenzione indivisa dei tuoi lettori. Prima di iniziare a modificare il testo, però, fai un passo indietro per un minuto e controlla i tuoi obiettivi. Se hai letto il mio ultimo articolo su come monetizzare un Freebie, hai già un’idea abbastanza precisa dei tipi di prodotti che dovresti offrire ai tuoi lettori dopo la registrazione. Per esempio, menzionare le stesse offerte che stai facendo nel tuo Lead Magnet è un’idea molto intelligente. Spesso è necessario vedere la stessa Call to Action un paio di volte prima che le persone agiscano.

Inizia con un po’ di Brainstorming. Pensa al tuo pubblico di destinazione e a cosa li ha portati nella tua lista. Perché si iscrivono e perché il tuo Freebie è adatto a loro. Usandolo come punto di partenza, crea una mappa mentale di ciò che dovrebbero fare dopo. Quali prodotti o servizi li aiuteranno a raggiungere il prossimo passo? Questa è l’offerta con cui vuoi presentarti. Inseriscila nella tua email di benvenuto del tuo Freebie, nel tuo Lead Magnet e nella tua pagina di ringraziamento.

CORRELATO: Obiettivi SMART

3 compiti di una Welcome Email

Come scrivere una welcome email: crea un efficace benvenuto
Come scrivere una welcome email: crea un efficace benvenuto

Per quanto riguarda l’e-mail di benvenuto in senso stretto, dovrebbe svolgere 3 compiti importanti.

(1) Presentarti, ricordare al tuo nuovo iscritto chi sei, quale sito web hanno visitato per incontrarti, e cosa puoi fare per lui.

(2) Coinvolgi i tuoi lettori e, idealmente, chiedi loro di risponderti. Questo aiuterà con la consegna delle prossime e-mail.

(3) Presentare la tua offerta e iniziare a convertire i tuoi abbonati.

Tenendo questo a mente, siediti e sccrivi la tua email di benvenuto. Non cercare di correre. Questa Email di Benvenuto, oltre ai due aspetti principali, ha un grande potenziale di profitto. Ricordi? E’ la mail più aperta e letta di tutta la tua sequenza!

Scrivila, modificala perfezionala finché non sei soddisfatta delle prestazioni. Tieni traccia dei dati analitici e dei click che genera, in modo da poter sapere se sta andando bene o deve ancora essere perfezionata. Se quasi nessun abbonato clicca sul link per la tua offerta, torna indietro e cambia la CTA. Modifica l’invito all’azione e vedi se, con ogni modifica, inizi a ottenere migliori percentuali di click. In caso contrario, considera l’utilizzo di un’offerta diversa finché non trovi qualcosa che converta bene con i tuoi nuovi abbonati.

Promuovere contenuti (blog, video)

Accogliere bene chi si iscrive alla newsletter
Accogliere bene chi si iscrive alla newsletter

Tornando ai compiti di una Welcome Email strategica, abbiamo visto che il primo di questi è presentarti, ricordare chi sei e dove ti hanno trovato, ed iniziare ad entrare nella loro memoria digitale come la soluzione ai loro problemi specifici sul tuo argomento di azione.

Ecco che, se non vuoi iniziare subito a proporre contenuti commerciali o troppo impegnativi come ebook e guide specifiche, puoi suggerire altre forme di content marketing più facili da consumare. Ad esempio puoi promuovere:

  • Blog post.
  • Video YouTube
  • Podcast

I programmi per l’invio delle newsletter e gestire le campagne di email marketing, necessari anche per impostare un’email di benvenuto in automatico, hanno non sempre hanno editor semplici da usare, ma permettono in line di massima di embeddare i contenuti multimediali o comunque renderli raggiungibili con un semplice click alle immagini di anteprima.

Tu mandi email di benvenuto?

Questo strumento può diventare davvero importante per ottenere dei risultati concreti nella tua attività online. Ti permette di proseguire il processo di lead generation che non deve solo occuparsi di raccogliere contatti utili, ma di essere utile al tuo target per diventare l’unica scelta alle loro esigenze. E ora dimmi, hai mai ricevuto una mail di benvenuto che sembrava scritta apposta per te? Hai iniziato ad implementare questa strategia nei tuoi Funnel?